Come Catturare un Topo in Casa				    	    	    	    	    	    	    	    	    	    	5/5							(2)

Come Catturare un Topo in Casa

Come catturare un topo in casa?
Diffida del fai-da-te, ti consigliamo infatti di contattare una ditta professionale con esperienza nel settore delle derattizzazioni.

Come Catturare un Topo in Casa

Topi e ratti: differenze e abitudini

I topi e i ratti si distinguono in varie specie: conoscere le abitudini e le caratteristiche può rivelarsi un valido aiuto per evitare il rischio di infestazioni e intervenire nel modo più adeguato. In questi casi i topi e i ratti vengono spesso confusi, per questo motivo la prima cosa da fare è saper riconoscere queste due tipologie di roditori. I topi sono più piccoli rispetto ai ratti e possono raggiungere i 15 cm di lunghezza.

Si riproducono durante tutto l’anno e quando sono affamati cercano di ricavare il cibo nei luoghi abitati. Essendo un abile roditore di piccole dimensioni, un topo può accedere con estrema facilità nelle fessure e raggiungere le dispense oppure i depositi contenenti alimenti. Al contrario dei ratti, i topi possono rappresentare un serio problema poiché sono difficili da allontanare e tendono a sopravvivere facilmente ai veleni e agli agenti chimici comunemente utilizzati per le disinfestazioni.

Il ratto invece, si distingue per delle dimensioni maggiori e tende ad essere più aggressivo rispetto al topo. La specie più comune è nota come ratto nero dei tetti: può essere di colore nero o grigio e superare i 30 cm di lunghezza. Questo roditore è un abile arrampicatore: predilige gli alberi e le fogne, per questo motivo è facile individuarlo sui tetti o lungo le tubature fognarie. I ratti si riproducono più volte durante l’anno ed hanno un’alimentazione prettamente erbivora che si basa su cereali e granaglie. Le infestazioni più comuni dei ratti si verificano all’interno di depositi o locali e possono causare grossi danni alle zone infestate.

Vedi anche  Derattizzazione nelle Scuole

Come Catturare un Topo in Casa?

trappola meccanica per topiNaturalmente ciò che attira i topi è il cibo e la sporcizia. Dunque il primo consiglio è quello di tenere sempre ben pulita la dispensa, di sigillare il cibo in barattoli di vetro e di utilizzare dei bidoni in metallo ermetici anche per l’immondizia. Una volta presi questi accorgimenti sarà necessario sigillare qualsiasi buco che permetterebbe ai topi di penetrare all’interno della propria abitazione. Una volta realizzato anche questo passaggio sarà possibile pianificare un metodo per la cattura del topo.

La presenza di un gatto, dentro o fuori le mura di casa consentirà una ricerca accurata, ma non sempre porta ai frutti desiderati. Il gatto rappresenta una soluzione efficace anche per un altro motivo. Infatti la lettiera nella quale il gatto farà i bisogni risulta essere un vero e proprio repellente per i topi: l’odore di ammoniaca allontana questi piccoli intrusi e ti eviterà di tentare la loro cattura.

Se il problema non è risolto però sarà allora necessario tentare con altri metodi di cattura, come ad esempio le trappole per topi, che rappresenta il metodo meno invasivo di tutti, per passare ai repellenti ad ultrasuoni, sconsigliati però per chi possiede altri animali in casa, per giungere fino alle trappole adesive. Questi metodi lasceranno in vita il topo presente all’interno della casa, ma spesso possono rivelarsi inutili e possono rappresentare uno spreco di tempo e di denaro, incrementando la possibilità che il numero di topi aumenti e che le riserve alimentari vengano infettate dall’intruso. Per questo spesso si decide di passare all’utilizzo delle esche avvelenate che rappresenta un metodo drastico che causa la morte del topo. Ma anche in questo caso potrebbe rivelarsi un metodo del tutto inefficace.

  • Come fare allora?
Vedi anche  Derattizzazione Roma

Contatta un disinfestatore esperto e richiedi un preventivo gratuito!

Ti è Piaciuto l'Articolo?

 
 
CHIAMA SUBITO 800593874
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno 800593874