Buchi in Giardino: Topi o Talpe?

Buchi in Giardino: Topi o Talpe?

buchi in giardino topi o talpe

Spesso, le buche in giardino possono avvertire di una possibile infestazione nel terreno di animali o insetti come i topi, le talpe, i ratti, le bisce, i lombrichi, le vespe, le formiche, le api, ecc.

Come riuscire a capire se i buchi in giardino sono stati scavati dai topi oppure dalle talpe?

Ebbene, i buchi nel giardino scavati dalle talpe evidenziano dei monticelli di terra più grandi e alti rispetto a quelli riscontrabili presso le buche scavate dai topi. Inoltre, le gallerie realizzate dai topi, di norma, in rettilineo, sono lunghe solo pochi metri e non sono molto profonde e le aperture dei buchi risultano coperte, invece, le gallerie scavate dalle talpe, in obliquo, possono essere lunghe fino a 50 m e le buche si presentano aperte.

Bisogna sottolineare che le pareti delle gallerie scavate dalle talpe presentano residui di radici di piante, di alberelli e di fiori non appetibili per le talpe, mentre, le pareti dei cunicoli scavati dai topi sono ben lisce, in quanto, questi piccoli roditori si cibano golosamente di tutti i cibi vegetali e animali disponibili, radici e vermiciattoli inclusi.
Fra l’altro, le talpe scavano i cunicoli a diversi livelli di profondità, per esempio, le camere in cui dormono possono essere situate ad una profondità variabile fra i 30 e i 60 cm, mentre, le gallerie realizzate per cercare il cibo si trovano molto più vicino alla superficie.

La talpa comune (talpa europea) è un piccolo mammifero placentato, appartenente all’ordine degli insettivori e alla famiglia dei talpidi, caratterizzato da vista debole adattatasi alla vita sotterranea, dalla capacità di vivere sottoterra e dalla forza di scavare velocemente lunghe gallerie nel terreno gettando la terra di scavo all’esterno.

In Italia, l’habitat prediletto dalle talpe è rappresentato dalle pianure fertili e dai terreni arati delle regioni settentrionali e centrali, fino alla regione del Lazio, mentre, l’habitat da esse evitato è rappresentato dai terreni sabbiosi e da quelli sterili.

Esse sono di casa, quindi, nei giardini, nei campi e nei prati coltivati, nelle foreste, nei boschi e nei boschetti.

La talpa ama nutrirsi di invertebrati e animaletti come gli insetti, i vermi, le lumache, i topi campagnoli, le rane e le lucertole, per tali ragioni potrebbe essere utile agli agricoltori desiderosi di eliminare tali comuni infestanti nocivi agli orti, ma, non è così perché questo piccolo mammifero causa danni ai terreni, alle radici degli alberi e delle varie piantagioni con le sue gallerie e tane sotterranee scavate alla ricerca di cibo.

In aggiunta, oltre alle fastidiose buche scavate in giardino e negli altri terreni fertili la talpa è capace di costruire dei pozzi per raccogliere l’acqua piovana nelle zone distanti dalle fonti d’acqua.

I topi sono dei roditori onnivori molto prolifici, caratterizzati da piccole dimensioni e denti aguzzi, appartenenti alla famiglia dei muridi, il cui habitat preferito è rappresentato, di norma, dai campi coltivati, dai giardini, dagli orti, dalle piantagioni, ma, anche dai terreni incolti e sterili con erba secca e cespugli radi, dalle abitazioni umane e aziende alimentari.

Vedi anche  Topi in Casa Come Accorgersene?

Le peculiarità riscontrabili nei topi sono quelle di creare delle tane in cui accumulare le scorte di cibo e di essere portatori naturali del bacillo della peste.

In particolare, il topo campagnolo è una specie di topo selvatica che scava i buchi e le gallerie nel terreno in prossimità delle fonti alimentari per nutrirsi di germogli, radici, bulbi, cortecce, semi, insetti, vermi, frutta, noci e ghiande. 

Intervento di Derattizzazione Professionale Risolutivo

La derattizzazione e la disinfestazione ad opera di professionisti, il cui prezzo dipende dal tipo di infestante, dalla gravità dell’infestazione e dal luogo da disinfestare, sono molto importanti per eliminare i roditori, come i ratti e i topi, in maniera efficace e definitiva, in sicurezza per la salute e rispettando la legge negli ambienti domestici o professionali.

Invece, il fai da te potrebbe peggiorare il problema, per esempio, impiegando degli insetticidi nelle quantità sbagliate oppure inefficaci e, allo stesso tempo, nocivi per le persone, gli animali domestici, le specie protette, gli uccelli e i terreni.
Nello specifico, i metodi per disinfestare e derattizzare gli ambienti possono essere meccanici, chimici, fisici o ecologici.

Ne sono un esempio le trappole meccaniche, le trappole con esche avvelenate, le trappole collanti, i biocidi (liquidi, granulari, in polvere e fumogeni), per esempio, i prodotti residuali, la sanificazione, le scatole ecobox a chiusura elettromeccanica per intrappolare e i dissuasori sonori per confondere e allontanare.
Al riguardo, per approfondire le informazioni sui servizi di derattizzazione, di monitoraggio e di prevenzione da parte di tecnici professionisti esperti e per richiedere dei preventivi gratuiti puoi collegarti al nostro sito Web oppure puoi farci una chiamata gratuita al numero verde 800 593874 sia dal cellulare che da telefono fisso.

Vedi anche  Malattie Trasmesse dai Topi

Ti è Piaciuto l'Articolo?

 
 
CHIAMA SUBITO 800593874
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno 800593874