Esche e Rodenticidi all’assalto del Ratto Nero

Esche e Rodenticidi all’assalto del Ratto Nero

Il ratto nero è in assoluto la specie più pericolosa di roditore per l’uomo, in quanto ha un’elevata forza nella trasmissione di malattie ed è onnivoro. Mangia di tutto: carne, prede vive, pesce e rifiuti. Ospite fisso delle reti fognarie e dei grandi giacimenti di rifiuti e sporcizia. Leggiamo nel seguente articolo tutte le informazioni su Esche e Rodenticidi all’assalto del Ratto Nero.

Esche e Rodenticidi all'assalto del Ratto Nero

Quali sono le malattie che può diffondere?

La maggior parte di esse sono infettive: salmonella, leptospirosi, dermatofitosi e verminiosi. Il ratto nero sin dalle sue apparizioni è stato il nemico numero uno per l’uomo. Basti pensare all’epoca medioevale dove è stato la causa principale della peste Bubbonica. Proprio per questa serie di motivi, l’allerta contro questo mammifero deve essere sempre ben alta.

Come Intervenire per eliminarne la sua presenza?

I luoghi dove esso vive, o passa, si possono riconoscere per la presenza di feci, tane e rosicchiature delle pareti. Una volta che lo specialista della derattizzazione ha localizzato precisamente i luoghi abituali ha diverse soluzioni per sconfiggerlo:

  1. Posizionamento delle Esche
  2. Rodenticidi

Quando parliamo di esche, il ruolo del tecnico sarà quello di posizionarle in aree evidenziate durante la pianificazione degli interventi. L’esca usata dovrà essere idonea alla tipologia alimentare del roditore. Il trattamento usato avrà una cadenza mensile, e dal monitoraggio si capirà lo stato di derattizzazione della zona infestata.

I rodenticidi sono un’arma letale contro il ratto delle fogne, essi hanno un’enorme quantità di sostanze nocive e velenose. Si possono suddividere particolarmente in due famiglie:

  1. Rodenticidi Acuti
  2. Rodenticidi Cronici
Vedi anche  Buchi in Giardino: Topi o Talpe?

Nei Rodenticidi Acuti, sono incluse quelle sostanze che hanno un tasso di intossicazione cosi forte da portare alla morte il roditore nel giro di poche ore.

Nei Rodenticidi Cronici, invece, si possono trovare anticoagulanti il cui effetto è concentrato nel fegato del topo intossicato. In definitiva, il roditore subirà emorragie interne che lo porteranno al decesso.

Ti è Piaciuto l'Articolo?

 
 
CHIAMA SUBITO 800593874
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno 800593874